Quando penso che abbiamo un ripostiglio solo perché la finestra del soggiorno era troppo piccola per lasciare un unico ambiente mi chiedo: come avremmo fatto a sopravvivere senza?

Il ripostiglio è il più grande amico delle persone disordinate che non sopportano il disordine.

Bisogna ovviamente ragionare per organizzarlo al meglio, ma in pochi metri quadri consente di stipare veramente moltissime cose.

Noi ci teniamo: quasi tutti i vestiti, le scarpe, i detersivi e i cosmetici, scorte alimentari, l’aspirapolvere, una porta che abbiamo sostituito e non volevamo buttare via, la cassetta degli attrezzi, il ferro da stiro, 4 sedie pieghevoli, i panni asciutti in attesa di essere stirati, lo stendibiancheria…. Sicuramente sto dimenticando moltissime altre cose.

Stiamo anche valutando di organizzare per metterci una lavasciugatrice e toglierla dal bagno.

Il ripostiglio è la salvezza!

Consiglio a tutti di ricavarne uno se è possibile, non è affatto spazio sprecato, consente di accumulare talmente tante cose che tutti gli altri ambienti si svuotano, risultano più ordinati, ariosi, facili da riordinare e da pulire.

Certo le giornate dedicate alla pulizia e al riordino dello sgabuzzino talvolta soo un po’ impegnative, ma ne vale senz’altro la pena.

Per organizzare gli spazi interni esistono moltissime possibilità economiche.

Si possono acquistare mensole e ripiani in molti negozi fai da te o mobilifici che vendono mobili da montare. Se si cerca un po’ si trovano tantissime diverse misure.

Inoltre in commercio esistono bastoni appendiabiti che possono essere tagliati nella lunghezza desiderata e fissati al muro con un paio di tasselli. Ci siamo riusciti anche noi che con il fai da te non siamo certo abilissimi.

Infine scatole, io in genere uso scatoloni recuperati per poterle cambiare spesso per via della polvere, ma esistono scatole di plastica, cartone, legno o cesti di ogni misura e colore.