Per chi ama i colori il bagno può costituire un’occasione per togliersi la soddisfazione di usarli in modo un po’ spregiudicato. Bisogna solo assicurarsi di avere un piastrellista capace, perchè, soprattutto se le piastrelle sono piccole e di diversi colori, gli errori di allineamento si vedono moltissimo!

le superfici di colori mescolati per la nostra esperienza non annoiano.

Le piastrelle offrono grandi soddisfazioni e moltissime possibilità: eccone alcune tutte realizzate con piastrelle 10×10 cm, salvo cornici 5×5 in due casi e qualche piastrella 20×20 bianca in altri due casi.

Prima possibilità Le tre immagini precedenti mostrano delle piastrelle di diversi colori con l’aggiunta del bianco disposte in modo da aumentare progressivamente la quantità di bianco man mano che si procede verso l’alto. Le ultime file risulteranno quasi completamente bianche, mentre in basso le piastrelle bianche saranno sporadiche. Noi abbiamo scelto un criterio numerico: nelle prime 2 file mettiamo il 10 per cento di piastrelle bianche, nelle successive il 20 e così via…

In questi casi si è cercato di salvaguardare la luminosità, per questo da una certa altezza in poi le piastrelle bianche sono aumentate significativemente.

Seconda possibilità Le due immagini mostrano un bagno molto piccolo e buio: qui si è scelto di disporre le piastrelle colorate in zone, lasciando delle zone completamente bianche. Inoltre è stata inserita una cornice più piccola di un unico colore per contrastare l’effetto di disordine che avrebbe potuto sscaturire da questo tipo di disposizione.

Terza possibilità Anche qui si è scelto di introdurre una cornice per armonizzare il tutto. Le piastrelle sono state disposte in modo da distribuire uniformemente i diversi colori, la difficoltà principale è stata tenere conto del fatto che non avevamo a disposizione le medesime quantità per tutti i colori, pertanto alcuni predominano. In particolare i verdi sono più numerosi dei blu e degli azzurri.

Annunci