è domenica mattina, c’è aria di smobilitazione, ma in compenso tutto è tranquillo. Poche persone si aggirano per gli spazi, molte con la valigia.

Passeggiamo senza uno scopo preciso, curiosando qua e là.

Subito veniamo catturati dal Magna Pars Hotel, dal suo giardino interno, ma soprattutto dall’interessante esposizione dei lavori degli studenti del politecnico nell’ambito del progetto Connection Hospitality.

WP_20150419_10_30_00_Pro WP_20150419_10_30_15_Pro

Poco dopo in via Tortona 31 ci attraggono i colori delle carte di Paola Navone

WP_20150419_11_03_10_Pro

e di Daniel Rozenstroch

WP_20150419_11_02_44_Pro

Dà le vertigini lo spazio Tokio: qui la tecnologia, il gusto per la decorazione e un’avanzata tecnica nel design si sposano perfettamente, divertendo coinvolgendo ed incuriosendo il pubblico di ogni età.

WP_20150419_11_23_13_ProWP_20150419_11_09_18_Pro

Il tempo stringe, quindi ci affrettiamo verso i saloni dell’esposizione Moooi in via Savona: un mondo di atmosfere.

WP_20150419_11_30_01_Pro WP_20150419_11_31_06_Pro

Annunci