Il falegname, o per chi è capace il fai da te, sono i migliori alleati delle piccole case; troppo spesso i mobili proposti anche “su misura” prevedono dei moduli intorno ai quali adattare la casa. In questo modo molto sprechiamo spazi e creiamo piccoli angoli, fessure che oltre ad essere quasi inutilizzati, si rivelano eccezionali ricettacoli di polvere.
L’armadio dovrebbe adattarsi al millimetro alla parete, se non è possibile, magari si possiede già un armadio, si può cercare di far realizzare per completare i lati della parete dei contenitori neutri del colore delle pareti, o se presente rivestiti della medesima tapezzeria, possibilmente con maniglie molto piccole o inesistenti, per contenere quelle stesse cose che accumuleremmo in quell’angolo all’aperto: scope, accappatoi, scatole, scarpe o qualunque cosa si sia abituati a stipare in questi angolini.
Se occorre comprare al risparmio si può anche cercare di creare composizioni attingendo da linee diverse, mescolando colori e modelli, ma occorre essere molto decisi, avere le idee molto chiare riguardo i propri gusti e forse questa soluzione è molto più adatta ad una libreria che ad un guardaroba.

La regola numero 1 resta sempre quella di concentrare tutto nello stesso punto, dedicare una sola parete e non sparpagliare in piccoli mobiletti, quindi è utile prevedere di arrivare fino al soffitto.